La mano

La mano

 

La mia mano a farfalla

bestiola spaventata

frullo d'ali improvviso

di preda impallinata

di rifugio in rifugio

di taschino in taschino

ha una sola speranza;

che voi dimentichiate

le sue dita agitate

che riempion la stanza

mentre s'inventa il tempo

o vi racconta il mare ...

Nata per lavorare

sul palco della vita

per farsi perdonare

arranca inutilmente,

eppure l'ho avvertita:

faccia quel che si sente,

io la continuo a amare,

pur se perdutamente...

                                                              Bruno Lauzi

 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per semplificare e personalizzare l'esperienza di navigazione Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Approfondisci